La legge 68/69 e il collocamento mirato

La legge 68/69 ha come finalità la promozione dell’inserimento lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato. Per le aziende una volta raggiunta la quota di 15 dipendenti, verranno applicate sanzioni obbligatorie se non si adeguano a tale norma e in più non avranno la possibilità di accedere ai bandi pubblici e privati per via del mancato ottenimento del certificato di ottemperanza che viene rilasciato solo rispettando tale legge.

 

Le sanzioni a cui verranno esposte per il non adempimento della legge 68/69 sono essenzialmente delle penali economiche (pari a 635,11€ + 30,76€ per ogni giorno di ritardo dal termine previsto per l’invio del “Prospetto Informativo’’).  Se non si è in regola per cause imputabili all’azienda, si incorre in una sanzione di 62,77€ al giorno per ogni disabile non assunto. Se l’azienda non ottiene “l’autorizzazione all’esonero” parziale e non versa alla regione Lombardia il contributo semestrale (16 Luglio – 16 Gennaio) verrà applicata una maggiorazione su base annua dal 5% al 24% a titolo di sanzione amministrativa.

FacebookTwitterGoogle+LinkedInWhatsAppShare